Deux ames sedia in carta doppio posto chair paper elena salmistraro designer milano italia salone del mobile fuori salone design week superstudio più tortona milano

 

Deux Âmes_sedia doppio posto in carta stratificata.


Deux Âmes è una seduta a doppio posto pensata in omaggio alla poesia dell’intima convivialità, il significato del suo nome è infatti “Doppia Anima”.

Il materiale, consapevolmente scelto per eseguire questo progetto, è la carta stratificata (tecnica papier mâchè) sovrapposta su uno scheletro di metallo che ne fornisce la struttura interna d’appoggio.

La carta, materiale ecologico per eccellenza, è estremamente interessante per la sua versatilità e praticità ed ha permesso di realizzare il progetto seguendo la nuova tendenza del “design autoprodotto”,  tema attuale e centrale dei recenti  dibattiti delle design week internazionali.

In questo periodo storico di crisi, in cui il mercato è saturo di prodotti industriali, è nata la necessità di realizzare le proprie creazioni sperimentando nuove tecniche e materiali diversi.

La seduta, volutamente asimmetrica, è realizzata con un’impronta irregolare per esaltare e valorizzare la manualità del lavoro artistico, l’unicità del prodotto senza perdere di vista la sua funzionalità.

La carta di giornale riciclata è gradevole ed affascinante e consente di unire i concetti di solidità e leggerezza del materiale carta, alla creatività ed al design innovativo di una seduta unica e diversa da tutte le altre.

Le colorazioni scelte sono basate sui toni delicati quali bianchi, carta da zucchero, grigi.

Le dimensioni di massima sono di 120 cm di lunghezza, 90 cm di altezza e di 50 cm di profondità.

Progetto di Elena Salmistraro 2012.

Foto di Valeria Abis.



Deux Âmes_Two person chair in layered paper.


Deux Âmes is a double seated chair inspired by the charm of intimate companionship.  Its name, in fact, means “Two souls”.

The material, intentionally chosen for this project, is layered paper (papier mâché technique) placed over a metal skeleton which provides the internal structure.

The paper, ecological and of the highest quality, is especially interesting because of its versatility and practicality which follows the developing trend of “auto-produced design,” a relevant theme central to many International Design Week discussions.

In this time of crisis, where the market is saturated with industrial products, it has become necessary to experiment with new techniques and materials in order to attain the desired creation.

The seat, deliberately asymmetrical, is made from an irregular imprint with the intention of enhancing and emphasizing the craftsmanship and artistic skill- an aspect that makes this product unique without losing its functionality.

The use of recycled newspapers, a material both durable and light, is interesting as it reflects the creativity and innovative design of a unique chair, different from all others. 

The color scheme is chosen from delicate tones such as whites, gray-blues and grays.

Maximum dimensions are: 120 cm (length) x 90 cm (height) x 50 cm (depth).

Project by Elena Salmistraro 2012.

Photo by Valeria Abis.